Mi serve veramente un Chromebook con Chrome OS?

Per alcuni un chromebook o più in generale Chrome OS è completamente inutile e sono certi del fallimento di questo sistema operativo basato su linux, ma ne siamo veramente certi?

Credo che il 95% degli utenti utilizzi il computer per navigare su Facebook o scrivere dei semplici documenti di testo, se proprio fanno qualcosa di particolare modificano qualche foto, che scattano ormai tutti con il proprio smartphone.

Quindi con un browser potrebbero navigare in internet, servirebbe poi un programma per modificare i documenti, come può essere Google Docs, che funziona con il semplice browser, certo non ha le stesse caratteristiche di Office, ma primo è gratis, secondo è online e poi chi è andato oltre alla lista numerata su Office, magari andando ad impostare lo spazio di tabulazione? Infine sul computer ci salvo le foto, ma le ho fatte con lo smartphone, non posso già caricarle direttamente online, è più semplice, oltretutto tutte le fotocamere moderne permettono la condivisione.

Possiamo quindi vedere che il 95% degli utenti necessita di un chromebook per eseguire le proprie azioni quotidiane e nulla di più.

Ma se manca internet? Google Docs funziona offline, le email pure, le foto posso vedermele dallo smartphone o comunque salvandomele in una chiavetta e su facebook non ci posso andare lo stesso.

Problema risolto, poi non siete proprio voi quelli che dicono senza internet il computer non serve a nulla, poi quando uno vi offre un pc sicuro, veloce, affidabile in cui non avete problemi di virus o con l’aggiornamento, un pc in cui non potete fare danni, non siete costretti a chiamare il vostro amico che smanetta sul pc e sa risolvere il problema lo rifiutate dicendo non ci posso fare nulla?

E’ vero che per programmare, lavorare con programmi specifici o fare grafica un chromebook è inutilizzabile, ma è altrettanto vero che se col pc vai in internet e basta un chromebook va molto meglio rispetto alle tue aspettative.

Inoltre pensate a tutti i soldi risparmiati in cena per il vostro amico tecnico, pure lui vi ringrazierà, ritornerà più in forma e avrà più tempo libero, non siate egoisti, forse il chromebook è proprio il pc che cercavate.

Ve l’ho già detto che non serve che ve lo portiate sempre dietro, ma potete accedere ai vostri documenti, foto, facebook e video da un qualsiasi chromebook, poi avete sempre li le vostre estensioni e i vostri segnalibri, semplicemente inserendo una password.

Cosa fate ancora qui, non lo state già acquistando?

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

2 thoughts on “Mi serve veramente un Chromebook con Chrome OS?

  1. Non diciamo cazzate per favore….concordo sul semplice utilizzo di un chromebook per navigare su internet ma non sono d’accordo su alcune cose:

    1. Perchè dovrei spendere cifre assurde per un computer che non è computer ma un internet portatile quando alla stessa cifra ci prendo un windows che anche se non lo utilizzo fa molto altro?

    2. La cazzata sulla tabulazione di Office potevate risparmiarcela

    3. Se l’utilizzo è solo quello allora tanto vale spendere la stessa somma su uno smartphone o un tablet che sono più portatili e hanno una miriade di funzioni in più

    4. La clientela a cui vi riferite non è il 95%, raggiungerà a malapena il 50.

    Ok fare un articolo pubblicità su chrome OS ma cerchiamo di essere obiettivi!

  2. Ciao,

    provo a rispondere ai tuoi punti con qualche divagazione

    Il Chromebook NON può essere un sostituto di un computer fisso, ma secondo me nemmeno i tablet lo sono minimamente.

    1. 400 euro non sono una cifra assurda, certo sono un bello sfizio. I portatili tradizionali scaldano molto, durano poco e di solito (non puliscono il water, non ho resistito!) le ventole fanno un casino pazzesco, se ci aggiungiamo una spolverata di rumore di fondo di hard disk… et voilà lo scaldino casinaro è pronto

    io l’ho preso per l’uso compulsivo domestico 🙂

    volevo qualcosa che partisse in un lampo per navigare, leggero, gran autonomia senza virus e pippe varie. Quelle le ho già nel Pc di casa e mi bastano. ho avuto a casa portatili con windows, e per svaccarsi sul divano o portarlo ovunque (e intendo ovunque) non c’è paragone, e magari avessi speso 400 euro. Quando sono in giro per casa con il chromebook di solito non sto progettando ponti o complicate simulazioni sulla ricerca del DNA.

    Ribadisco che non potrei stare senza un pc fisso windows per giochi tipo BF3, simulazioni di GP e programmi particolari. (e ho pure avuto diverse xbox 360 che ho fuso da quanto ci ho giocato. La 360 ormai è vecchia e non regge minimamente il confronto con il PC)

    2. Concordo che Office è un’altra cosa, però son convinto che anche un medio piccolo progetto se partisse ad utilizzarlo dal giorno zero potrebbe essere molto interessante

    3. Con un tablet o ancora peggio con uno smartphone ti voglio vedere a scrivere un commento minimamente articolato.

    Il mio Chromebook si è reso conto (ahi lui!) di essere molto resistente, ne faccio veramente un uso indegno, senza tanti riguardi, mi è caduto dal letto e non si è fatto nulla. non è la stessa cosa con un tablet, sono molto fragili. ne ho avuti per le mani diversi, alcuni amici ne hanno i diversi brand e ogni volta penso “non guardarlo troppo perchè si rompe”

    4. concordo che le stime siano molto ma mooolto ottimistiche, pensiamo solo a quanti usino un certo programma che i più si ostinano a chiamare Skype. Con Skype a che % precipitano gli utenti? 1% o 2%

    Insomma per l’uso in casa per me è perfetto.
    Comunque se ne esce uno nuovo che performa un po’ meglio… è già mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *