Chromebook e Chrome OS avvio a rilento?

Da Digitimes arrivano alcuni dati sui Chromebook, secondo quanto trapelato dall’incontro di Eric Schmidt a Taiwan il 9 novembre, le vendite dei Chromebook segnerebbero un riscontro negativo.

Durante il discorso Eric ha fatto notare i punti di forza di Chrome Os come un boot rapidissimo di soli 8 secondi, nessun virus e il fatto che tutto sia online e sempre disponibile.

Sembra infatti che l’Acer abbia venduto solo 5000 prodotti, mentre per il Samsung, che ha un costo più elevato i numeri sono ancora più bassi.

Nonostante le cifre questo non sembra voler rallentare Chrome OS, ne far abbandonare il supporto da parte di Google di questo nuovo sistema operativo.

Quello che potrebbe, anzi che molto probabilmente, aver fermato l’avanzata è il fatto che senza una connessione ad internet il Chromebook è quasi inutile, nonostante siano stati fatti passi in avanti, è anche vero che ormai una connessione si ha sempre, il punto di forza del sistema operativo è anche il suo punto debole.

Un altro punto è riuscire a far cambiare pensiero alle aziende e alle scuole, perché cambiare da word a Google Docs, potendo accedere ai propri documenti sempre, avendoli al sicuro online, collaborando alla stesura degli stessi e senza alcun costo (questo non sono riuscito a capirlo).

Secondo voi per Chrome OS ci sarà un futuro o sono stati anticipati troppo i tempi?

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

One thought on “Chromebook e Chrome OS avvio a rilento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *