Google può eseguire Javascript e Ajax per indicizzare un sito

mattcutts ajax javascript

Con un tweet Matt Cutts ha annunciato un epocale cambiamento sul motore di ricerca Google, non stiamo parlando di Google Panda, o di un nuovo algoritmo, ma della possibilità di eseguire Javascript e Ajax da parte del motore di ricerca (il boot che si occupa di indicizzare i contenuti).

Solitamente Ajax viene usato per cambiare il contenuto di una pagina senza ricaricare la pagina, ad esempio in una lunga lista di commenti potrebbe esserci un filtro per poter mostrare i commenti solo con un numero di +1 maggiori di 3, per permettere l’indicizzazione un tempo si doveva aggiungere un parametro php in modo da modificare l’url della pagina e si poteva scegliere come agiva tale parametro negli strumenti per il webmaster di Google, da oggi non sarà più così.

Infatti google eseguirà Ajax e Javascript nei nostri siti web. Questo significa che queste tecnologie potranno essere usate di più senza i problemi legati all’indicizzazione, migliorando l’usabilità di un sito e il piacere di un utente che non si vede ricaricare i banner ma solo il contenuto che gli interessa.

Infatti da oggi i commenti su Facebook, che sono normalmente nascosti, sono stati indicizzati da Google.

Molto probabilmente non cambierà nulla ma non è da escludere che tecnologie come Ajax verranno usate senza troppi problemi nei nuovi siti web.

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *