Google Music Beta, Sempre Cloud

googlemusicbeta

Quando si parla di musica, e in dettaglio, di musica che si vuole ascoltare sul proprio tablet o smartphone che sia, le cose diventano un po’ diverse.

Si iniziano ad avere problemi di sincronizzazione,  pensare in quale dei tanti dispositivi che abbiamo mettere quel tipo di musica, e sicuramente quando poi riusciremo a mettere la musica, desidereremo di voler ascoltare qualcosa che dentro il dispositivo non cè.

Poi ci sono i problemi relativi al software di sincronizzazione: non si riesce a caricare tutte le librerie che si vogliano a causa di limiti di spazio, magari anche con disposizione libreria poco chiara.

Questo è quello che non mi piace quando si parla di  sincronizzare musica in dispositivi. Ma un programma, dopo tanti provati che mi ha risolto molti di questi problemi, è stato Google Music.

Lui è riuscito a soddisfarmi, sono riuscito a caricare la mia libreria di oltre 30 GB di file, ci sono state lamentele quanto riguarda alcune difficoltà nel caricamento, ma gente veniteli incontro; dopotutto in Google Music non dovete stare attaccati al pc per caricare le vostre canzoni sul vostro smartphone., basta una connessione Internet.

Con Google Music, ho visto la mia libreria musicale, con tutte le copertine di album familiari, lentamente ma inesorabilmente in fase di caricamento e apparire nella mia biblioteca cloud-based, e sentivo come se stessi riprendendo contatto con un vecchio amico.  Non è facile ricordarsi tanti concerti o canzoni col passare degli anni, ma grazie al servizio cloud di Google Music questo è possibile.

googlemusicbeta2

Un altro elemento degno di nota è che si ha la possibilità di scaricare e memorizzare qualsiasi musica dalla mia collezione per il mio telefono. Ottimo per quelle volte che non ho una connessione Internet. Questo metodo è seguito da una sincronizzazione giornaliera. Il processo di download avviene tutto sul mio cellulare e non devo tornare al mio computer per scaricare l’album che volevo, ho solo bisogno di una connessione Internet.

Molto bello è “Instant Mixes” in cui si sceglie una canzone e Google Music genera una lista di brani per voi, con la possibilità di salvarli in futuro. Si tratta di un DJ serio e se non trova abbastanza canzoni che si mescolano bene con la canzone che hai scelto, ti verrà chiesto di provare con un altro brano.

Chi avrebbe pensato che in questi giorni abbiamo potuto ascoltare la nostra libreria musicale tramite un browser Internet? Eppure, mi piacerebbe un modo per conoscere nuova musica, non limitarmi a solo la mia musica, tenere le orecchie aperte a nuove canzoni, anche se 30 GB di musica è tanto.

Tuttavia, Google Music Beta è ottimo, un servizio di qualità e non vedo l’ora che Google presenti la versione “stabile” di Google Music.

Informazioni su Google Music le trovi qua nel sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *