Google, Microsoft e Yahoo si uniscono per una ricerca migliore

Che i tre più grandi motori di ricerca, Google, Bing e Yahoo, anche avversari fra loro, si unissero per cercare di ottenere dei risultati migliori dalle ricerche non se lo sarebbe aspettato nessuno, è invece con il sito schema.org lo stanno facendo.

Il futuro del web, il così detto web 3.0 o web semantico è quello nel quale i webmaster aggiungeranno i metadati nei loro siti, cioè quegli attributi nascosti che tendono a specificare che tipo di dato è quello racchiuso, per fare un esempio il numero 13456789 potrebbe essere un numero casuale oppure un numero di telefono, ma come fa a capirlo il motore di ricerca? Fino ad oggi questo era praticamente impossibile, ma grazie all’unione dei tre più grandi motori di ricerca basterà mettere un ‘itemprop=”telephone”‘ per far capire al motore di ricerca che si tratta di un numero di telefono.

La spiegazione di Google è che il sito mira ad essere una risorsa per tutti i webmaster che dovranno aggiungere i tag alle pagine web per aiutare i motori di ricerca ad indicizzare meglio i contenuti.

La risposta dei webmaster molto probabilmente sarà positiva, dati tutti gli sforzi che si fanno per l’indicizzazione dei siti.

Solo una domanda sporge spontanea, non è quello che si stava tentando di fare con html5, e per quanto riguarda la validazione sarà w3 ad adattarsi? Certo che questa scelta dei motori di ricerca potrebbe essere stata quasi obbligatoria dati i tempi lunghi per rendere ufficiale questo nuovo standard, che, ormai usano quasi tutti.

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *