Google e il riconoscimento facciale, si o no?

Quella di Google e il riconoscimento facciale è una storia lunga, l’ultima volta ci eravamo lasciati con la notizia del riconoscimento facciale tramite android, in uci aveva negato di sviluppare un sistema per il riconoscimento dei volti, ora arriva la notizia che Google ha registrato un brevetto per un database di volti celebri.

Perfino Eric Schmidt è sorpreso della rapidità dell’evoluzione della tecnologia per il riconoscimento facciale, e perfino Google si fa problemi nel creare un database per il riconoscimento facciale di tutti noi.

Il brevetto, chiamato “Automatically Mining Person Models of Celebrities for Visual Search Applications” raccoglie i volti dei VIP per poterli riconoscere dalle immagini di internet.

L’applicazione “celebrity mining” è già realtà e contiene i volti di oltre 1000 personaggi noti, come Barack Obama e Britney Spear.

Via

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *