Google Chrome e l’aggiornamento automatico

Dagli utenti più esperti ai meno, tutti sanno che Chrome si aggiorna praticamente da solo. Per il browser di google questo è pregio o un difetto? Vediamo di capirne pro e contro.

La funzione dell’aggiornamento automatico è attiva dal 2008, sembra essere diventata un pezzo forte ed indispensabile, soprattutto per gli sviluppatori che possono decidere quale versione usare, anche per gli utenti standard è una funzione molto interessante, dato che raramente aggiornano i programmi per cui obbligarli potrebbe essere un vantaggio.

Dall’altra parte abbiamo gli “smanettoni” che non riescono a capire cosa è stato aggiornato nel dettaglio e pertanto lo vedono come difetto.

Ma chi lo sa forse la strada dell’auto-update è la migliore, non è un grande problema, dopotutto la funzione è sempre disattivabile e l’utente ne è a conoscenza, e in ogni caso si garantisce agli utenti, di avere sempre il programma aggiornato all’ultima versione, senza alcun disturbo. Google afferma di farlo poichè così non ci sono bug noti che possono essere sfruttati a danno dell’utente, anche per avere sempre l’ultima versione con l’ultima novità e poter usare tranquillamente le nuove tecnologie.

La discussione è aperta, l’aggiornamento automatico è un pregio o un difetto?

4 thoughts on “Google Chrome e l’aggiornamento automatico

  1. Sicuramente un pregio, proprio per tutti gli utenti che non si preoccupano di tenere aggiornati i propri programmi installati. Penso che l’autoaggiornamento dovrebbe essere presente in qualunque software esistente, e non credo ci sia niente di male a permettere a Chrome di aggiornarsi automaticamente; anzi, lo trovo piuttosto comodo.

  2. Naturalmente è un pregio lo avesse fatto anche windows con ie a quest’ora non ci sarebbero in giro un sacco do browser obsoleti come ie6 !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *