Chromebook e Chrome OS, ecco cosa ne pensa la gente

Raccogliendo qualche parere tramite la nostra pagina facebook e tramite altri blog possiamo tirare le somme su quello che la gente pensa di Chrome OS e i ChromeBook.

Secondo molti utenti i ChromeBook sono sovraprezzati, infatti pagare fino a 500 dollari per un ChromeBook sembra troppo. La condanna per il prezzo troppo alto sembra unanime, ci si aspettava veramente un prezzo più basso, magari anche con un pc meno potente, con un solo GB di RAM invece degli attuali due.

Il problema principale che mette in dubbio gli utenti è l’online. Non sono abituati a pensare di fare tutto online e questo gli spaventa, anche se altri la pensano diversamente, mettendo in luce alcuni limiti:

.. l’idea mi piace molto, dovrebbero solo pensare anche al lato offline, molto importante in Italia dato che esistono pochissimi hotspot gratuiti e dove abbiamo una connessione internet veramente penosa rispetto al resto del mondo.

All’offline ci stanno pensando visto che a breve sarà possibile avere Gmail, Docs e Calendar offline per Chrome, e altre applicazioni stanno arrivando.

Altri utenti espongono sempre i loro dubbi riguardo l’ascoltare musica o vedersi un film senza la connessione, ma Google ha annunciato che grazie al file browser sarà possibile salvare qualcosa nell’hard disk (16GB) o comunque prendere i dati da una chiavetta, il problema è quindi risolto.

Dopo aver però trovato risposta ad alcune perplessità gli utenti vorrebbero provarlo. In fin dei conti non siamo abituati a pensare a tutto online, ma inconsciamente facciamo tutto online. Se ci fermiamo un attimo a riflettere cosa facciamo offline?

Per quel che mi riguarda, e parlando con altre persone il massimo che facciamo offline è scrivere un documento e giocare, per tutto il resto c’è la rete e internet. Provate a stare una settimana senza internet, il computer rimarrà praticamente sempre spento.

Il mondo è abituato ad usare internet e ad usare il computer solo in internet, ma non ne è consapevole. Il 58% del tempo gli utenti dell’iPhone lo passano sul browser, segno che il web è ovunque. Creando applicazioni browser sarà possibile crearne una sola, e tutti gli smartphone, Android o Apple che siano potranno trarne vantaggio e usarla semplicemente. Creare applicazioni native è più dispendioso.

Tu cosa ne pensi? Cosa fai offline? Fai veramente qualcosa che Chrome OS non può offrirti?

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica di Trieste. Sono appassionato di informatica. Conosco vari linguaggi fra cui C#, vb.net, vb6, java, php, asp, ...

11 thoughts on “Chromebook e Chrome OS, ecco cosa ne pensa la gente

  1. proprio vero il mio computer sarebbe sempre spento se non fossi online, anche perchè gioco online, e l’unica cosa che faccio offline è fare qualche documento.

  2. in fin dei conti è vero. facciamo qualsiasi cosa online, e senza la rete non sapremmo che farcene del pc. ma il problema comunque resta. In Italia, con la pessima diffusione della connessione internet che ci ritroviamo, un chromebook è del tutto inutile..

  3. È proprio vero: faccio tutto online anch’io. Una cosa a cui però non potrei rinunciare è vedere i video solamente in streaming, sia per le connessioni patetiche che per la scarsa qualità dei servizi di streaming (come Megavideo!).

    E per la musica? Sui chromebook si potrà ascoltarla solo con radio online e YouTube? Perché Google Music ancora non è stato inaugurato pubblicamente e necessita dell’applicazione per caricarci la musica (disponibile solo per Win e Mac OSX, se non sbaglio, quindi non per Chrome OS, che è derivato da Linux).

  4. è possibile scrivere documenti office? credo che la cosa più importante offline sia legata ai documenti da scrivere e stampare e alla gestione multimediale di musica film e foto…

  5. Certamente facciamo quasi tutto online, ma Almeno poter avere pieno uso di documenti, mail, e magari musica offline non possono davvero pensare che ne facciamo a meno!

    O forse potrebbero pensarlo se fosse un giocattolo da 200€: non comprerò mai qualcosa di così costoso, abbia pure un boot veloce, se so in partenza che ha dei notevoli limiti.

    Speravo entro l’estate avremmo avuto webapp utilizzabili quasi senza accorgerci della differenza online e offline -almeno quelle Google… e invece ci troviamo con un Gmail offline completamente separato da quello online, ed un Docs con funzionalità monche. Eh no Google, non mi farò bastare (a prezzo pieno) quello che offri solo perché sei tu; perché talvolta mi pare davvero così. Vedremo cosa offrirai in futuro.

    1. Gmail funziona già completamente offline, google docs è quasi pienamente funzionante.
      Purtroppo l’idea di Chrome Os non è applicabile all’italia per la nostra connessione ad internet, ma se ci fosse la connessione sempre disponibile come sistema operativo vale.

  6. ciao a tutti..si a pensarci senza internet il pc mio sarebbe quasi sempre spento.. nonostante i commenti sul chromebook non sempre a suo favore mi a davvero incuriosito..soprattutto sul sistema operativo..ho valutato la cosa e mi pare che possa fare al mio caso..io lo ho comperato è a giorni mi arriverà..la scelta di comperare un pc nuovo è già un pò che mi frulla in testa..la novità ha spinto molto su questa scelta ma comunque io non ho bisogno di archiviare chissa quali dati in quantità..16g bastano e avanzano..il mio portatile ne ha 5g..un po vecio è lento!!ma comunque va..per la connetività ho il mio modem wifi quindi in casa non ho problemi..fuori non lo uso il pc..quindi mi frega poco della copertura esterna..non avendo bisogno di chi sa quali prestazioni grafiche mi va benissimo anche in quel senso..il prezzo non mi pare così malvagio..si ce a meno con migliori prestazioni..poi bisogna vedere con il tempo i costi più ridotti se sono davvero un risparmio su un prodotto simile..ho amici che anno comperato pc dalle prestazioni brucianti ma dopo 2-3anni sono morti il mio toshiba che allora costava un occhio dopo oltre 10 anni è ancora quì che va..samsung è un ottima marca è qualche euro in più ci stanno..ciao a tutti è grazzie per le dritte

  7. Infatti é proprio il prezzo elevato che mi scoraggia l’acquisto del Chromebook. Un altro piccolo dubbio: mi pare che non sia possibile installare Skype o programma equivalente e il che é un vero peccato

  8. E per sviluppare applicazioni? o per scrivere software da far girare su un qualsiasi computer?
    E per fare musica?
    E per fare montaggi video?
    E per editing di immagini?
    E per sincronizzare dispositivi usb e iphone/pad/pod?
    E per manutenere un sito? Per caricarci i tuoi media in ftp? per creare una pagina web? Per farla girare in locale prima di pubblicarla?

    1. Mi sa che stai sbagliando, Chrome Os non è fatto per sviluppare ma per accedere ad internet facilmente
      In risposta in ordine:
      Lo sviluppo delle applicazioni come sarà nel futuro è pensato come webapps per cui puoi usare shiftedit
      Musica, video, immagini c’è la suite aviary e photoshop
      i* non c’è il supporto ma esiste il cloud per qualcosa?
      esistono web apps per ftp ed editor per farlo, se l’idea è di usare il cloud avrai un tuo server di test dove fai girare il lavoro prima di pubblicarlo.
      L’idea è di spostare tutto online devi fare un ragionamento opposto a quello normale, se rimani ancorato alle vecchie hai ragione te, attualmente chrome os può essere usato per navigare in internet e non per lavorare, ma fra qualche anno (o decennio) ci chiederemo come facevamo prima con il programma installato, ora vado sul sito internet e faccio tutto, su un qualsiasi pc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *