Google respinge le accuse di aver sfavorito i prodotti non Google

Dopo aver ricevuto la comunicazione di essere sotto inchiesta da parte dell’unione europea, Google ha voluto prendere immediatamente atto della situazione con una dichiarazione ufficiale:

Sin da quando l’azienda è stata creata, ci siamo impegnati per fare la cosa giusta per i nostri utenti e per il nostro settore: abbiamo fatto in modo che la pubblicità fosse sempre chiaramente indicata come tale, abbiamo fatto in modo che gli utenti possano trasferire i propri dati in modo semplice quando decidono di passare ad altri servizi e abbiamo investito pesantemente in progetti open source. Tuttavia, ci sarà sempre spazio di miglioramento e quindi lavoreremo con la Commissione per affrontare le loro preoccupazioni.

Google respinge quindi le accuse, ritenute infondate affermando di aver sempre puntato ad accontentare l’utilizzato e non le proprie tasche.

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica di Trieste. Sono appassionato di informatica. Conosco vari linguaggi fra cui C#, vb.net, vb6, java, php, asp, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *