Gmail recupera informazioni dagli utenti non Gmail

In queste ore Google è alle prese con l’ennesima denuncia. Sembra infatti che il colosso Google controlli le mail provenienti da indirizzi non Gmail.

Il problema è identificato nel fatto che Gmail utilizza la posta in arrivo per formulare i propri annunci sull’interfaccia della webmail. La posta altrui viene analizzata senza autorizzazione del mittente (un utente non-Gmail) ed utilizzata per finalità, senza il consenso esplicito del mittente.

Google non si è ancora pronunciato sull’accaduto, ma il prof. Eric Goldman della Santa Clara University School of Law afferma che già in passato sia stata affrontata questa questione.

Le mail sono verificate da un sistema automatico e quindi non direttamente da persone fisiche, perciò non comportano alcuna conseguenza sul mittente.

Il diritto al controllo sarebbe autorizzato direttamente dall’utente Gmail che concede la propria posta per un servizio gratuito ed efficente.

Il caso sembra quindi chiudersi ancora prima di aprirsi, ma resta comunque il fatto che Google è sempre circondato da migliaia di denunce.

Via

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica di Trieste. Sono appassionato di informatica. Conosco vari linguaggi fra cui C#, vb.net, vb6, java, php, asp, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *