Google Goggles per il marketing

Google Googles era nato per poter effettuare fotografie di paesaggi, dipinti al fine di fare una ricerca sul web per scoprire qualcosa di più.

Disponibile inizialmente solo su piattaforma Android, e rilasciato in un secondo momento anche per iPhone, Google Goggles è stato fino ad oggi sfruttato dagli utenti esclusivamente per scovare informazioni in merito a dipinti, paesaggi o prodotti ben noti, rivelandosi a conti fatti un ottimo esercizio di stile e poco più.

Google, che per l’occasione ha stretto accordi con cinque importanti aziende come Buick, Disney, Diageo, T-Mobile e Delta Airlines, ha chiesto loro di inserire all’interno delle proprie pubblicità cartacee (riviste, locandine ecc.) alcuni punti rilevabili esclusivamente dal software, così da poter reindirizzare l’utente verso una pagina Web contenente offerte, informazioni aggiunti o altro ancora.

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica di Trieste. Sono appassionato di informatica. Conosco vari linguaggi fra cui C#, vb.net, vb6, java, php, asp, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *