Google Apps Active Directory, due step di verifica

Gli amministratori di Google Apps possono ora attivare le verifiche in 2 step per Google Apps, obbligando gli utenti che ne usufruiscono a mettersi in pari, il tutto per garantire una maggiore sicurezza.

Inoltre gli amministratori possono ora sincronizzare le password di Active Directory con quelle di Google Apps.

La verifica in 2 step permette di verificare il proprio account in 2 passaggi, uno tramite la classica password e l’altro tramite il proprio numero di cellulare, rendendo molto più complicato rubare un account.

Adesso gli amministratori delle Google Apps possono rendere obbligatorio questo secondo passaggio di sicurezza per i loro utenti, mettendo quindi maggiormente al riparo tutti gli account che gestiscono.

Con la sincronizzazione con Microsoft Active Directory le password verranno aggiornate automaticamente senza che sia necessario cambiarle due volte.

Con questa nuova verifica gli account saranno molto più al sicuro e gli amministratori potranno stare più tranquilli.

È bene ricordare che le password devono essere complesse, contenere quindi lettere maiuscole, minuscole, numeri, caratteri speciali e non essere di senso compiuto, cosa che renderebbe molto facile l’identificazione.

Se è una password che ricorda date importanti dobbiamo stare molto attenti di essere gli unici a conoscere tali date, quindi non è una buona soluzione inserire la propria data di nascita o quella del proprio partner.

Inoltre dalle email possiamo recuperare moltissime informazioni e sono il punto di accesso per ogni servizio online, dal nostro account sui vari portali di ecommerce a quello in banca, possiamo chiedere di recuperare la password che ci arriverà sul nostro account email, che un malintenzionato potrebbe leggere.

Speriamo che questa possibilità mette più al sicuro gli account aziendali, che potranno quindi mantenere sicuri e protetti documenti o semplice corrispondenza privata.

Vi ricordo, infine, che è possibile attivare la verifica in 2 step anche per gli account che non hanno google apps, sempre tramite il classico metodo del numero telefonico, è anche più semplice recuperare la password così.

alessio

Sono un giovane web designer con la passione per il blogging e la tecnologia in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *